giovedì 10 settembre 2015

Sono passati molti mesi

Sono passati molti mesi.
Dopo l'ultima esperienza a Chianciano è stata dura.
Abbiamo chiesto un consulto a Irollo che ci ha detto: niente speranze, con questa riserva ovarica e questa pessima risposta alla stimolazione vi resta solo l'ovodonazione.
Tralascio la mezz'ora di sviolinata per convincerci a provarci, perchè loro ovviamente sono i primi ad essere attrezzati.
Ma io sono categorica, non sono d'accordo, è no assoluto. Peraltro ormai sono convinta che Chianciano non sia per noi.
E' una botta durissima.
Voglio un altro consulto.
Incontriamo la dott.ssa Livi del Centro Demetra di Firenze. E ci dice la stessa cosa.
Per fortuna l'estate aiuta, il tempo passa, mi immagino come un bicchiere pieno di liquido nero e goccia dopo goccia l'acqua pulita scorre dentro e più l'acqua pulita goccia, più il nero va via, ci vuole tempo ma piano piano ci riesce...
Non posso dire di averci rinunciato per sempre, ogni tanto ci penso, l'ovulazione so sempre quando è e so sempre quando deve arrivare il ciclo.
Solo che poi sono arrivate le nuove analisi ormonali - entrambi i ginecologi si sono basati su analisi dell'anno scorso - che dicono che la mia riserva ovarica sta benissimo. Ho risentito la Livi che si è detta "perplessa", con delle analisi così direbbe di riprovarci. Ma non si spiega la pessima risposta alla stimolazione. Forse pur avendo buoni valori le ovaie non rispondono bene.
Tremendo.

Il mio amore parte in trasferta per due mesi, pi torna e poi riparte, insomma sarà a casa stabilmente solo a maggio, quindi è inutile pensarci adesso.

Ma davvero non sono propensa.
Ho pensato che forse era tutto sbagliato, che è stato giusto provarci ma non è la nostra strada. E' incredibile quanto la stimolazione sia devastante, fisicamente e psicologicamente. E col tempo non migliora, piuttosto peggiora. 
Capisco che ci siano coppie che si lasciano. Bisogna essere affiatati e forti e uniti per superare questo fallimento. E comunque si attraverserà una tempesta. Solo se si resta uniti si può sopravvivere.
Forse il punto è che io non voglio sacrificare me stessa e il rapporto con mio marito per avere ad ogni costo un figlio. L'ho sempre detto e lo penso seriamente. Non so se ho sfiorato la depressione o se fosse una conseguenza fisica del pesante bombardamento ormonale ma ho vissuto giornate profondamente tristi, mi è sembrato che anche mio marito mi scivolasse via, pur essendo certa che mi fosse vicino. Io voglio dedicarmi a lui, lui è il mio presente concreto, non posso annullarmi e rovinare il nostro amore per qualcosa che non c'è e forse non ci sarà mai. Forse è egoismo, o spirito di sopravvivenza....ma sento di dover seguire questo pensiero.
Mi resta la preghiera, nella quale credo molto, come speranza e come consolazione.

Nel frattempo, forse abbiamo coronato il nostro sogno della casa in campagna....vivere il presente più possibile. 




venerdì 29 maggio 2015

Post

Scusatemi, non volevo essere ingrata sparendo così, non rispondendo alle vostre parole.

Sono così, nel dolore mi chiudo a riccio.
Sto meglio, si va avanti, più passa il tempo meno ci si pensa.
Ma con questa seconda botta mi è molto più chiaro, ora, che MOLTO PROBABILMENTE non avremo figli.
E' inutile aggrapparsi alla speranza, bisogna essere realisti. Non lo escludo a priori, certo, le vie del Signore sono infinite e noi siamo caccole di fronte alla Sua immensità.
Ma i dati oggettivi in mio possesso propendono tutti per il NO.
Faremo anche l'ultimo tentativo in convenzione, per non lasciare nulla di intentato, per non avere rimpianti. Ma non ora, l'anno prossimo. Poi stop, è questo il nostro limite.
A metà luglio abbiamo preso appuntamento con Irollo per un colloquio sul tentativo non riuscito. Non abbiamo voluto vedere la Gangale, tanto carina ma inadeguata e limitata professionalmente. Ormai sono convinta che questo pasticcio sia stato causato dalla sua inesperienza,
Dopo il colloquio con Irollo lasceremo Chianciano. Non posso dire che sia un cattivo Centro, ma soprattutto con la seconda ICSI mi hanno fatto giungere alla conclusione che se hai la sfortuna di uscire un pò dallo standard devi sperare di essere seguita dal Responsabile della struttura, che ha maggiore esperienza, oppure hai alte probabilità di beccarti una incompetente che sbaglierà tutto. A noi è andata così.
Avrei voluto essere seguita dalla Responsabile del Futura di Firenze, indicatami dalla cara Dameffina, ma segue solo i pazienti privati. E il mio maritino non ne vuole sapere: questa volta o ci segue il responsabile o niente. Lo capisco.
Così proverò a prendere appuntamento con la Responsabile del Demetra, sempre di Firenze, che tra l'altro riceve anche a Roma per fortuna. Questi due Centri sembrano essere entrambi molto buoni.
Cercheremo di fare un primo colloquio a luglio e poi se ne parlerà per gennaio/febbraio.
A parte queste due visite non voglio pensarci, parlarne, non voglio nemmeno che mi sfiori il pensiero.
Sono esausta, rialzarsi è faticosissimo. Aspettare il primo ciclo è una pena e gli ormoni sono incontrollabili, e anche dopo il ciclo ho alti e bassi con picchi paurosi.
Passo da un giorno "la vita è bella" a un giorno "voglio chiudere gli occhi per tutto il giorno e non pensare a niente".
E ovviamente quel povero marito mio ha la sua sofferenza e in più deve sopportarmi.
Ma io mi sforzo eh, mica no.
Ce ne siamo andati per 4 giorni a Londra, solo io e lui, ed è stato bellissimo. Il modo migliore per pensare esclusivamente a noi.
Fra un mese ce ne andiamo in vacanza per una settimana nella mia isola, non vedo l'ora.
Spero che questa estate ci aiuti.
Ho i miei buoni propositi, voglio amare incondizionatamente la vita.
















giovedì 14 maggio 2015

Ritorno da Chianciano

Eravamo il n 7.
Chiamano 1,2,3,4,5.
Poi 6,8,9,10
E noi? Ci rido su, mi sento Pierino!
Poi mi chiamano, per nome.
Salgo su e la dottoressa mi porta in una stanza. Sta per parlare poi mi dice: vuole chiamare suo marito?
Vado a chiamarlo e sulle scale ho già capito. Lo chiamo e gli faccio cenno che non è andata.
Andiamo dalla dottoressa che ci spiega che dei due ovociti uno non era maturo e il secondo presentava delle anomalie, lo hanno tenuto in coltura ma le anomalie sono peggiorate, perciò sarebbe solo pericoloso impiantarlo, niente transfer.
Ci spiega che può essere un caso, come un aborto spontaneo che le donne hanno senza nemmeno accorgersene nelle prime settimane di impianto dell'embrione; ad ogni modo hanno predisposto un'analisi genetica.
Ci dice chiaramente che il protocollo seguito è totalmente inadatto a me.
Ci ripete più volte che dobbiamo assolutamente riprovare.
La ringraziamo e andiamo via.

A parte la cocente delusione le domande sono milioni.
La Gangale ha sbagliato tutto? Perchè non ha preso in considerazione la prima stimolazione con la Mei per tarare la seconda? Perchè dopo il primo ciclo con crollo di estradiolo e mancato pick up mi ha ridato quasi la stessa terapia, arrivando - ovviamente - quasi allo stesso risultato? Perchè mi ha fatto fare (sprecare) il pick up? La mia impressione è che si sia certamente impegnata ma che non appena il mio caso si è discostato dal protocollo standard lei non ha saputo cosa fare.
Vogliamo un colloquio con Irollo e non con lei. Se ne parlerà a luglio ma non mi importa, mi sono scocciata di dilettanti.
Lui, sono sicura, ci infarcirà di analisi, sia utili che inutili, ma a parte questo voglio sentire che dice.

A parte il colloquio, basta. Ci fermiamo. Come previsto se ne parla nella primavera prossima.
Ho bisogno di riprendermi fisicamente e psicologicamente.
E abbiamo bisogno di riflettere bene sul terzo tentativo: dove lo faremo? Istintivamente vorrei cambiare. Ma ho timore di trovare qualcuno che, come questa volta, non consideri la nostra storia medica, che invece è fondamentale per provare ad azzeccare la giusta stimolazione. 

Grazie, davvero di cuore, a tutte voi che mi siete state vicine.



martedì 12 maggio 2015

Sorpresa!!

Porca paletta mi hanno preso alla sprovvista!!!!!!!
Le istruzioni erano di chiamare il Centro dopo le h 14.00, invece hanno chiamato loro a mezzogiorno e fissato transfer DOMANI MATTINA!!!!!!!!!!!!!!!!!
Allora, per prima cosa sono sconvolta perchè ieri hanno recuperato solo 2 ovociti e pensavo che non saremmo arrivati al transfer...e poi credevo dovessero passare un paio di giorni!!! Invece leggo che il transfer si fa anche in seconda giornata.
Lo svantaggio è che non c'è abbastanza tempo per selezionare quelli che possono andare avanti ma il vantaggio è che l'ambiente uterino è più confortevole per un attecchimento. Insomma, o la va o la spacca!
Non so quanti siano, se uno o due. Spero due. Perchè ci sono più possibilità. E perchè ne vorrei due di pupi, che qui su un eventuale secondo la vedo malissimo e io ne vorrei tanto due....si lo so sono pazza, a malapena riesco a produrre ovociti e spero in una gravidanza gemellare!! Ahahahha!!
Stasera usciamo tardi da lavoro, il tempo di arrivare a casa, mangiare qualcosa e partiamo per Chianciano, così domani mattina ci svegliamo con calma e andiamo in clinica.

E comincerà la cova.
Saremmo dovuti partire per Londra, ma questa lunghissima stimolazione ha sballato tutti i nostri piani e Londra salterà.
Ho promesso al mio Re di stare buonina in cova.

Stasera si riparte.
Speriamo bene.



lunedì 11 maggio 2015

In viaggio

670, niente fuochi d'artificio ma ci siamo, lunedì pick-up a Chianciano. Venerdì ancora terapia e sabato Gonasi x far scoppiare i follicoli. Ci siamo, siamo pronti.
Andiamo sereni e consapevoli che le condizioni sono peggiori della volta scorsa (estradiolo era quasi a 800!), andrà come deve andare, e poi basta, ci fermiamo. È da un anno che rincorriamo questo pupo con la PMA, a maggio scorso il primo incontro con la Mei, poi sempre brevi pause ma sempre in pista. E siamo arrivati, in tutti i sensi.
Siamo in strada per Chianciano, è una giornata bellissima.


giovedì 7 maggio 2015

Forsee c'è speranza

Senza sbilanciarmi troppo, ancora una speranza c'è: i valori sono risaliti molto ma non a sufficienza per il pick up, perciò ancora due giorni di stimolazione ed ultimo controllo venerdì.
La dottoressa era sollevata e abbastanza ottimista, probabilmente dei 9 follicoli presentii alcuni saranno vuoti ma se l'estradiolo cresce vuol dire che altri sono pieni e qualche ovocita maturo dovremmo recuperarlo. Si vedrà venerdì, appunto.
Certo, non è esattamente la situazione ideale, normalmente il fallimento è dietro l'angolo anche con tanti ovociti, se sono pochi va da sè che le percentuali si riducono drasticamente, ecco....
Vabbè insomma, almeno speriamo di arrivare al pick up, a questo punto sarebbe già un traguardo!
Certo non mi spiego come queste due stimolazioni siano durate 15 giorni e quella con la Mei 9 giorni....è stata frettolosa lei o sono incapaci loro??
Meglio non pensarci và.......

Prima che il cattivo umore mi travolga domani se vedrò quel cavolo di valore non raggiungere 600, vorrei RINGRAZIARVI TUTTE UNA AD UNA:
Ellie, Sara, Dameffina, Roby, Manu179, Iaia, Speranza magarimamma, Kiki, Moky e tutte coloro che mi seguono in silenzio.

E' dura da morire e voi, adorabili sconosciute, siete generosamente il mio sostegno, il mio sfogatoio e la spalla su cui piangere.

Questo blog non durerà per sempre, comunque vada, ma rimarrà il segno delle vostre parole e del vostro affetto. Grazie!! 

martedì 5 maggio 2015

Vedo nero

Questo post è la fotocopia di quello di un mese e mezzo fa: terza ecografia, crollo dell'estradiolo. Cosa significa? Nulla di buono. La povera Gangale era senza parole, non se lo spiega nemmeno lei. I follicoli sono cresciuti ma l'estradiolo così basso indica che non c'è maturazione degli ovociti. Ha provato ad alzare la dose dei farmaci, domani mattina analisi e domani sera ecografia, in studio ci sarà anche Irollo che consulterà per capire come procedere in questa situazione anomala.
Annamo bbene,
L'orizzonte si fa scuro.
Se l'estradiolo sarà dai 600 in su andiamo al pick up. La vedo durisssssima, ieri stavo a 180.....
Se andassi al pick up sarebbe un fallimento annunciato? Ho questa forte impressione, magari recuperano pure qualche ovocita maturo, ma sinceramente non ho grandi speranze nella riuscita, insomma percentuali molto basse, che già per la PMA alte non sono!! Che allegria.
Se invece stoppiamo tutto le alternative sono due: o si riparte di corsa a fine maggio (se la gine da l'ok) con il prossimo ciclo, oppure - questo lo decido io - saltiamo direttamente a settembre.
PERCHE' NON HO NESSUNA INTENZIONE DI ROVINARMI L'ESTATE E FAR ZOMPARE I VIAGGI E LE VACANZE CHE HO GIA' PROGRAMMATO PER UNA TERZA STIMOLAZIONE CHE MANCO SO SE ARRIVEREBBE AL PICK UP.
Ecco l'ho detto, sono stra egoista ma non me ne frega nulla, sono stanca morta e non ne posso più.
Sono forte, sono brava, ho coraggio, tengo duro, non ci penso.
Sono stanca.

Tra l'altro a ottobre maritino parte in trasferta per tre mesi, quindi o settembre o se ne parla direttamente l'anno prossimo. 

Ma fino a quando si deve insistere? Fino a quando si continua? Se non ci danno risposte - perchè non ne hanno - su cosa ci regoliamo? Cosa è successo, cosa sta succedendo? Boh! E dunque, che si fa? Boh! Di nuovo.
Sono in totale confusione.
Non ho mai avuto problemi di ovulazione e la riserva ovarica non era particolarmente scarsa, seppur un pò invecchiata, ma ora tutto d'un tratto qui non funziona niente ma NON mi dicono che il problema sono io....dunque???

Si lo so, una cosa alla volta, intanto vediamo domani.
Peccato però che domani dovrò decidere che fare lì, al momento, con la Gangale  - se non si va al pick up.
E su quale base prendo una decisione, lì davanti a lei in tre minuti netti???
Mi sembra di impazzire.

Vogliamo essere ottimisti? Ok, domani estradiolo sopra i 600, sabato pick up e un bel pò di ovociti recuperati. Ahahhahahahahahhahah!!!!